Search Google Appliance

Metodi statisticiper l'economia e la finanza

  • Edizioni di altri A.A.:
  • 2017/2018
  • 2018/2019
  • 2019/2020
  • 2020/2021

Dati insegnamento


Lingua Insegnamento:
italiano 
Testi di riferimento:
- Dispense del corso
- Statistica, Principi e Metodi, G. Cicchitelli, Pearson Education, Seconda Eds
- Statistica, Piccolo D., il Mulino, terza Eds, 2010
- Statistica, David M. Levine, Timothy C. Krehbiel, Mark L. Berenson, Apogeo 
Obiettivi formativi:
L’insegnamento si inserisce nel generale obiettivo del corso di studio di fornire conoscenza riguardo ai metodi statistici di base, ovvero di quegli strumenti necessari per svolgere un’analisi descrittiva, investigativa e previsiva dei dati osservati sia nel caso univariato che in quello bivariato. Si propone inoltre di fornire un quadro di riferimento del calcolo delle probabilità, delle variabili casuali e delle loro principali distribuzioni finalizzate all’uso dell’inferenza statistica su medie e su percentuali.
L'insegnamento prevede di completare la formazione dello studente con nozioni e strumenti quantitativi.
RISULTATI DI APPRENDIMENTO ATTESI:
Ci si attende che lo studente:
- assimili i concetti fondamentali di Statistica di base;
- acquisisca gli strumenti fondamentali di natura statistica per analizzare i fenomeni economici;
- comprenda alcuni aspetti teorici e sappia esporli;
- sia in grado svolgere alcune dimostrazioni matematiche.

La formazione del corso di Studi in Economia e Commercio sarà quindi completata e arricchita dalle seguenti competenze:
1. Conoscenza e capacità di comprensione
Conoscenza dei concetti teorici di base della statistica e della terminologia di riferimento
2.Conoscenza e capacità di comprensione applicate
Capacità di applicare principi di ragionamento statistico nell'elaborazione ed interpretazione di report
3.Autonomia di giudizio
Apprendimento delle nozioni logiche e statistiche indispensabili per lavorare autonomamente nella ricerca, selezione ed elaborazione dei dati economici e nell'utilizzo di fonti statistiche ufficiali.
4.Abilità comunicative
Apprendimento della terminologia e delle tecniche statistiche di base, indispensabili per comunicare o discutere in modo appropriato risultati delle analisi condotte o di report economici 
Prerequisiti:
Per l’acquisizione delle conoscenze della statistica di base è assolutamente necessario aver acquisito propedeuticamente le principali conoscenze della matematica generale. 
Metodi didattici:
L’Insegnamento è strutturato in 72 ore di didattica frontale, suddivise in lezioni da 2 e 3 ore in base al calendario accademico. La didattica frontale si costituisce di lezioni teoriche ed esercitazioni.
Sono previsti seminari tenuti da esperti d’impresa sugli argomenti trattati. Durante l’insegnamento sono proposte agli studenti alcune verifiche dell’apprendimento da svolgersi in aula ed in modo collettivo che propongono quesiti volti a verificare la
comprensione degli argomenti trattati.
La frequenza è facoltativa ma consigliata, e la prova finale sarà uguale per frequentanti e non.
Le lezioni sono in italiano. Per alcuni argomenti è previsto l'insegnamento di metodi di calcolo al computer (con foglio elettronico e cenni al software STATA). 
Modalità di verifica dell'apprendimento:
L'esame e' in forma scritta e verifica l'apprendimento degli argomenti in programma a livello teorico e applicativo. La prova è divisa in due parti/esercizi: una parte è orientata all'accertamento della comprensione dei concetti teorici mentre l'altra alle competenze acquisite nel trattamento di dati e risoluzione di problemi statistici. La votazione va da 0 a 30/30, ottenuta come somma dei punteggi conseguiti nelle due parti/esercizi. 
Altre Informazioni:
Il docente riceve gli studenti il Giovedì dalle 14.00-16.00 

Il corso si articola nei seguenti punti:
- Raccolta, organizzazione e descrizione dei dati tramite distribuzioni di frequenza, rappresentazioni grafiche ed indici sintetici di posizione e di variabilità.
- Studio delle relazioni fra due caratteri tramite tabelle a doppia entrata, diagrammi di dispersione, indicatori di dipendenza (quali la covarianza, il coefficiente di correlazione lineare) e interpolazione lineare.
- Inferenza statistica, popolazione statistica, campionamento, variabilità campionaria e principali statistiche.
- Teoria della stima puntuale e per intervallo.
- Verifica di ipotesi parametriche con particolare attenzione alla media della popolazione o alla frequenza relativa, test di indipendenza in tabelle a doppia entrata


Il programma prevede lo svolgimento dei seguenti argomenti:

- Metodologia della ricerca e analisi statistica dei dati: Fasi di un’indagine statistica, elementi di una rilevazione statistica, tipologia e rappresentazione delle rilevazioni statistiche, concetto di popolazione, collettivo e campione, distribuzioni statistiche univariate e bivariate, indici di sintesi, indici di variabilità, indici di forma.

- Richiami di Calcolo delle probabilità e di inferenza statistica: Principali definizioni di probabilità; il concetto di v.c. semplice; costanti caratteristiche di v.c. semplici: valori medi, variabilità, momenti. Alcuni modelli di variabili casuali discrete: v.c. Uniforme, v.c. Bernoulli, v.c. Binomiale, v.c. Ipergeometrica, v.c. di Poisson. Alcuni modelli di variabili casuali continue: v.c. Normale, variabili casuali connesse alla Normale;

- Inferenza Statistica: Teoria degli stimatori: proprietà finite, proprietà asintotiche. Metodi di stima: metodo dei momenti, metodo della massima verosimiglianza, metodo dei minimi quadrati. Intervalli di confidenza, Test delle ipotesi.

- Modello Lineare: Il modello di regressione multiplo; Il teorema di Gauss-Markov e gli stimatori BLUE, inferenza nel modello lineare classico: verifica di ipotesi lineari, test t e F; rimozione delle ipotesi di base.